Seleziona una pagina

V-ITA: nuovo progetto di eBike ad EICMA 2018

VITA è un progetto che nasce a Milano per una mobilità urbana alla portata di tutti. Andare al lavoro comodamente in giacca e cravatta oppure raggiungere gli amici per un aperitivo con stile.

L’eBike è completamente personalizzabile, il telaio può essere verniciato a 2 colori e anche i parafanghi ed i cerchi possono essere colorati a piacere.

I modelli sono 2: V1 Smart e V1 e-Volution. Entrambe con motore integrato nel mozzo posteriore, freni a disco e telaio in Aviation Aluminium. Il propulsore brushless da 250W spinge la bicicletta fino ad una velocità massima di 25 km/h.

La batteria integrata da 36V della smart ha un’autonomia di 40-50 km mentre nella e-Volution di 10 km in più per via di un più elevato amperaggio. Il tempo di ricarica previsto è tra le 2.5 e le 5 ore.

La eBike meno costosa tra le due monta cerchi a raggi, mentre la più accessoriata ha cerchi in lega di magnesio e freni idraulici.

Nel modello base gli accessori sono su richiesta, il V1 e-volution è full optional. Tra questi troviamo: Bluetooth con cassa audio, Antifurto e luce a posteriore a led intelligent laser (proietta l’ingombro laterale della bici sulla carreggiata). Su entrambe troviamo invece ingresso USB per ricaricare lo smartphone e luci led anteriori e posteriori. Per 200€ extra sulla ebike può essere installato il Torque System, un sensore che varia l’intervento del motore sulla trazione in base alla forza con cui si pedala.

EICMA 2018 | le novità in casa Askoll EVA | Intervista a Giancarlo Oranges

Askoll EVA è da pochi mesi quotata all’AIM Italia, il mercato di Borsa Italiana dedicato alle PMI. Si presenta ad EICMA con 3 novità nel settore delle urban eBike. Giancarlo Oranges, CEO di Askoll EVA ai microfoni di eBike.it

Le novità sono in ambito urbano con la Askoll eWhistle Man ed Unisex e la eBolt

 

Askoll eWhistle man

Askoll eWhistle Man

Askoll eWhistle unisex

Askoll eWhistle Unisex

 

 

Askoll motore eBike

 

 

Askoll eBolt – la folding elettrica

 

Askoll eBolt

 

eBike: il parere del Dott. Di Rocco, presidente FCI

Roma, 11/11/2018 | il dott. Renato Di Rocco, presidente della FCI vede nella bici elettrica “solo valenze positive, ottimistiche, naturali, di buon sviluppo della viabilità quotidiana e cittadina, rispettando l’ambiente e valorizzandolo.” Ne evidenzia anche un ruolo sociale in famiglia.

Dott. Renato Di Rocco, Presidente FCI. Intervista di Roberta Diena

Di seguito le parti più significative dell’intervista del Dott. Renato Di Rocco, presidente FCI, in occasione di Pedala con un Sorriso.
“Io non credo che bici tradizionale e bici elettrica possano essere messe in antitesi.
Piuttosto, andando avanti con l’età, la bici elettrica è il prosieguo di quella tradizionale. La bicicletta elettrica è utile nel settore del turismo…
Grazie alla bici elettrica i turisti potranno godersi una città come Roma dove ci sono pendenze che non tutti sono in grado di fare
E’ uno strumento salutistico che riguarda il benessere, è anche ecologico e rispetta l’ambiente.
Andare in bicicletta significa andare a passo lento e godersi tutte le bellezze paesaggistiche, artistiche e culturali come abbiamo fatto oggi, attraversando il cuore della città di Roma.
La bici ci permette di osservare un patrimonio paesaggistico naturale che l’Italia ha la fortuna di avere, ci fa anche apprezzare gli odori del mondo rurale come quello dell’erba, degli animali.
Questo accade spesso in eventi come quello di oggi perché si parte la mattina presto ed è un piacere riscoprirli, mentre purtroppo chi vive in città li ha dimenticati.
La FCI ha anche regolamentato l’utilizzo delle bici elettriche nelle gare. In alcune competizioni si possono fare dei pezzi cronometrati . Personalmente, grazie alla bici elettrica riesco a partecipare a delle Gran Fondo di più di 100 km, mentre farli con la bici normale alla mia età è sconsigliato.”

Un punto importante, Di Rocco, lo evidenzia a proposito della mobilità urbana.

“Con la bici elettrica si potrà cercare di convincere chi usa l’auto in maniera impropria” prosegue “per andare da casa in ufficio o di usarla nei fine settimana come ci chiedono i nostri bambini.”

Non limitandosi alle logiche di commuting, ma vedendo nella eBike un mezzo sociale che mette d’accordo tutti. Anche in famiglia.
“La bici ci permette anche di tenere unite le famiglie e questo aspetto sociale è molto apprezzabile.”

 

Renato Di Rocco | Presidente FCI | Ph Roberta Diena

 

Renato Di Rocco | Ph Roberta Diena

 

Continental: tecnologie innovative e modulabili per le e-bike

Milano, Eicma 2018: Continental presenta la nuova tecnologia a 48V, massima potenza e marcia perfetta in ogni situazione. Ne abbiamo parlato con Jim Paris, Transmission & Driveline Systems Director

 

Eicma 2018 – Continental – Esempio di e-bike con sistema 48V

La 76° Edizione dell’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori ha stupito i suoi visitatori con nuove tecnologie e proposte per il mercato sempre più in crescita delle e-bike. Una di queste tecnologie è stata presentata dalla storica azienda tedesca: Continental. Nota per i suoi pneumatici adatti ad ogni esigenza e pieni di innovazione, questo grande colosso ha deciso di lanciare la propria gamma di prodotti modulabili e compatibili sui vari modelli di e-bike. Stiamo parlando del sistema a 48V, una tecnologia unica e rivoluzionaria nel suo genere.  Questa nuova gamma è composta da 2 nuovi motori centrali (48V Prime e 48V Revolution), dalle batterie, dal display e dall’unità di controllo.

                                                                              Perchè 48 Volt?

Continental Eicma 2018

Il sistema 48V rappresenta uno standard tecnologico in una varietà di settori come quello automobilistico. Per Continental, uno dei massimi esperti nel settore automobilistico, lo sviluppo di un motore a 48 V è stata solo una conseguenza logica per attingere al loro know-how e agli elevati standard di prodotto. I vantaggi del 48 V risiedono nella migliore connessione di sempre tra più tecnologie nel sistema per le e-bike. Di conseguenza, display, smartphone, illuminazione e circuiti elettronici sono integrati in modo più efficiente nel sistema. Il nuovo concetto di guida è rivolto principalmente ai conducenti e ai pendolari di tutti i giorni.

Il Continental 48V Revolution

Il Continental 48V Revolution è il primo motore al mondo per eBike da 48 V, con trasmissione automatica integrata a variazione continua, dove il cambio automatico  è completamente integrato e contenuto in una singola unità centrale insieme al motore elettrico. Il motore da 250 W e con una coppia di 70 Nm, utilizza un tipo di ingranaggio planetario a variazione continua (CVP, Continuous Variable Planetary) con una conversione del 380%.  

Continental – Unità centrale con motore a 48V

La trasmissione automatica 2 in 1 si basa sulla traduzione della frequenza di pedalata che permette di avere sempre una regolazione continua e senza interruzioni, si avrà quindi la marcia automatica e perfetta per ogni situazione (disponibile anche il cambio manuale). Questo permette di avere sempre la massima potenza anche con il massimo carico ed essere stop&go, ripartire subito al semaforo non sarà più un problema. L’integrazione del circuito nel motore riduce anche la manutenzione e sposta il peso (6,4 kg) in un centro di gravità centrale e basso, che può migliorare ulteriormente la gestione della e-bike.   

Motore Prime 48V

Il motore Prime da 48 V ha le stesse prestazioni del motore Revolution, ma senza il circuito integrato. Questo lo rende un po ‘più compatto e leggero e adatto a convenzionali innesti per mozzi e deragliatori. Il motore centrale è a 48 V, con una potenza di 250 W e una coppia di 70 Nm, permette anche la guida senza resistenza anche in mancanza dell’ausilio del motore.

 

Gli altri componenti della gamma 48V System:

Batterie 48 V

Continental – batteria integrata da 48V

-La batteria integrata in un tubo estraibile da 48V 

Capacità: 610Wh
Peso: 3.2kg
Temperatura di utilizzo: -20°C until +60°C
Temperatura di carica: 0°C until +45°C

 

 

 


-Il modello di batteria 48V Downtube

Completamente estraibile
Capacità di 48V / 11.6Ah / 500Wh
48 Li-Ion cells
Peso: 3.25kg
Temperatura di utilizzo: -20°C until +60°C
Temperatura di carica: 0°C until +45°C

Unità di controllo

Livelli di assistenza al motore, aiuto di spinta
Massima sicurezza e comfort di guida elevato
Controllo della luce
Maniglie ergonomicamente ottimizzate
Montaggio indipendente dell’impugnatura
Unità di controllo del cambio
5 tasti con joystick a 3 direzioni
Per mancini e destrimani

 

Display XT

Continental – Display 48V System

Connessione Bluetooth 4.0 integrato (BLE)
App Continental gratuita per iOS e Android
Funzioni: navigazione, fitness, meteo, ecc.
Per mancini e destrimani
Montaggio indipendente dell’impugnatura

EICMA 2018: 3 novità Wayel

Wayel, marchio del gruppo bolognese FIVE, presenta 3 nuove eBike. Ovviamente made in Italy.

Sono tre le novità Wayel presentate ad EICMA 2018. Tutte prodotte sulla stessa base ma con “caratteri” diversi: una da uomo, una da donna ed una terza da trekking.

Sono equipaggiate con motori FIVE da 250W, 90 Nm di coppia e batterie da 48V con celle Samsung assemblate sempre dall’azienda bolognese. Il propulsore è integrato nel movimento centrale per lasciare così spazio al cambio Shimano Alfine ad 8 velocità all’interno del mozzo posteriore.

ICON di Wayel | EICMA 2018

 

La eBike ICON di Wayel | EICMA 2018

Dotate di freni a disco sia all’anteriore che al posteriore e di una forcella mono-ammortizzata con escursione di 60 mm. Il display sul manubrio oltre a dare tutte le info di viaggio permette di selezionare 5 livelli di assistenza alla pedalata.

eBike Wayel | EICMA 2018

Il modello trekking è invece dotato di una forcella ammortizzata classica con escursione massima di 100 mm per garantire un confort elevato anche sui terreni più impegnativi. Il cambio è uno Shimano Deore a 10 rapporti.

Terra! La nuova e-mtb Wayel | Ph. Wayel

I nuovi modelli possono montare due diverse batterie, una che garantisce 80 km di autonomia, mentre la più prestazionale arriva sino a 120 km.

Il prezzo al pubblico per ciascuna di queste eBike si aggira intorno ai 2.500 €.

Pirelli apre ai pneumatici della eBike

MILANO 11/11/2018 – La linea Cycl-e di Pirelli è interamente dedicata agli pneumatici eBike per il ciclismo urbano e il trekking. Il marchio gode di un forte background nello sviluppo di soluzioni innovative per la mobilità sostenibile.

Prima di entrare nel mercato delle eBikes, Pirelli ha sviluppato,  lo scorso anno, uno pneumatico Cycl-e per Stromer ST-5.

Il primo pneumatico di Pirelli per eBikes. Ph Pirelli.com

Ora, Pirelli ha introdotto una linea di 5 diversi modelli che offrono sicurezza e piacere di guida grazie alla mescola, al battistrada e alla struttura del pneumatico.

Cinque modelli

I cinque diversi pneumatici sono:

Granturismo:
Cycl-e GT è una gomma nata per esaltare le caratteristiche dinamiche della guida sportiva tipiche delle sorelle a motore, mercato in cui Pirelli è leader. Perfetta nel traffico urbano, è ideale per le moderne e più performanti e-Bike.

Downtown e Downtown Sport
Cylc-E DT e DT Sport sono dedicate ad un utilizzo prevalentemente cittadino dove scorrevolezza, massima tenuta di strada su ogni superfice e clima, unite ad affidabilità senza compromessi, sono caratteristiche imprescindibili.

Crossterrain e Crossterrain Sport
Cycl-e XT e Cycl-e XT-Sport sono gomme nate per beneficiare dell’affidabilità e totale sicurezza degli pneumatici Pirelli, anche su strade sterrate, ed estendere il piacere di utilizzare la bici elettrica fuori dai confini urbani.

Ad eccezione del Granturismo, ogni modello ha una versione tradizionale e sportiva. La versione tradizionale ha scanalature più marcate e radiali, garantisce la massima sicurezza in ogni situazione. La versione sportiva presenta un battistrada centrale liscio, meno passi e soprattutto la direzione longitudinale delle scanalature per la velocità. La linea di pneumatici Cycl-e è realizzata in parte utilizzando un mix contenente briciole di pneumatici riutilizzati.

LA GAMMA CYCL-E (misure, specifiche e pesi disponibili):

Cycl-e GT (Granturismo)

37-622 CycGT rigid bead, reflex          780 g

42-622 CycGT rigid bead, reflex          930 g

50-622 CycGT rigid bead, reflex          1180 g

54-559 CycGT rigid bead, reflex          1030 g

57-584 CycGT rigid bead, reflex          1230 g

Cycl-e DT (Dowtown)

37-622 CycDT rigid bead, reflex          780 g

42-622 CycDT rigid bead, reflex          930 g

47-622 CycDT rigid bead, reflex          1050 g

50-622 CycDT rigid bead, reflex          1180 g

Cycl-e DTs (Dowtown Sport)

32-622 CycDTs rigid bead, reflex          690 g

37-622 CycDTs rigid bead, reflex          780 g

42-622 CycDTs rigid bead, reflex          930 g

47-622 CycDTs rigid bead, reflex          1050 g

Cycl-e XT (Crossterrain)

37-622 CycXT rigid bead, reflex           780 g

42-622 CycXT rigid bead, reflex           930 g

47-622 CycXT rigid bead, reflex           1050 g

50-622 CycXT rigid bead, reflex           1180 g

Cycl-e XTs (Crossterrain Sport)

32-622 CycXTs rigid bead, reflex          690 g

37-622 CycXTs rigid bead, reflex          780 g

42-622 CycXTs rigid bead, reflex          930 g

47-622 CycXTs rigid bead, reflex          1050 g

 

XP Bikes: le novità ad EICMA 2018

XP Bikes espone ad EICMA 2018 la “Kompact”. Una eBike iperconnessa con motore posteriore da 40 nm.

 

 

XP Bikes Kompact | Eicma 2018

Nasce nel 2007 in Italia, più precisamente in Toscana, produce esclusivamente biciclette con pedalata assistita, assemblate con motori e batterie made in Italy realizzati in esclusiva per XP bikes.

Ad EICMA 2018 hanno presentato la nuova gamma che verrà immessa sul mercato a Marzo dell’anno prossimo.

La novità più interessante è sicuramente il modello “kompact” che prevede la connessione Bluetooth con il proprio smartphone sfruttando le applicazioni Google come ad esempio Maps.

Monta il motore sul mozzo della ruota posteriore,  250W brushless in grado di sviluppare 40 nm di coppia massima con cambio a 8 rapporti marchiato Microshift (made in Taiwan). E’ equipaggiata con freni a disco. La batteria è stata ben integrata nel telaio senza appesantirlo troppo, assemblata con celle Samsung. Ha un’autonomia di circa 50-70km in base alla modalità di utilizzo.

Per diventare possessori di questa ebike (XP Kompact) saranno necessari 1600/1700€ circa. Il prezzo fornitoci è puramente indicativo poiché i prototipi sono ancora in fase di definizione e avremo notizie più precise solo tra un paio di mesi.

 

 

 

 

 

 

 

Di seguito gli altri modelli, da uomo e da donna, forse più adatti a tragitti lunghi rispetto alla “piccola” kompact, pensata per un uso urbano, ideale nel tragitto casa-lavoro. Entrambe con propulsore inserito nel mozzo posteriore, cambio Shimano e forcella ammortizzata, il sistema di frenata resta idraulico per quanto riguarda l’anteriore, mentre un uno dei due modelli monta sul posteriore il classico freno con i pattini.

XP Bike | EICMA 2018

 

XP Bike | EICMA 2018

 

Le eBike ad EICMA 2018: cosa c’è da vedere

Molti gli espositori del settore eBike presenti ad EICMA 2018. Vediamo chi sono e dove espongono.

Di seguito la nostra selezione degli operatori del settore eBike presenti ad EICMA 2018. Vi proponiamo un percorso che parte dal padiglione 22: il più ricco per noi, quello dedicato proprio alle bici a pedalata assistita. Ma passa poi agli altri padiglioni dove ci sono alcuni marchi di prestigio da non perdere assolutamente!

 

Mappa di EICMA 2018

PADIGLIONE 22

ALPEK E-BIKES
Padiglione: 22 – Stand: A44

MOTO MORINI S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: A48

XP BIKES
Padiglione: 22 – Stand: E06

RESET
Padiglione: 22 – Stand: E16

ELEKTRA MOBILITY ITALIA
Padiglione: 22 – Stand: G07

BOTTECCHIA CICLI S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: G08

MONTANA S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: G11
OLMO – MONTANA S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: G11
VEKTOR – MONTANA S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: G11

DEVRON EUROPE S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: G14

VITA S.P.A.
Padiglione: 22 – Stand: G20

CICLI LOMBARDO
Padiglione: 22 – Stand: G30

FIVE S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: I15
WAYEL ELECTRIC BIKES – FIVE S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: I15
ITALWIN – FIVE S.R.L.
Padiglione: 22 – Stand: I15

ATALA S.P.A.
Padiglione: 22 – Stand: I20

SCOTT
Padiglione: 22 – Stand: I25

 

 

 

PADIGLIONE 24

BAD BIKE
Padiglione: 24 – Stand: U53

SHENZHEN WORLD ELECTRONIC | WORLD POWER
Padiglione: 24 – Stand: U59

BIKEL S.R.L.
Padiglione: 24 – Stand: U61

PADIGLIONE 15

LEM MOTOR BY VIKY ITALY
Padiglione: 15 – Stand: G35

MBM E-BIKES – WIND TRADING S.R.L.
Padiglione: 15 – Stand: I27

MBM SRL UNIPERSONALE
Padiglione: 15 – Stand: I31

PADIGLIONE 13

RIESE UND MULLER GMBH
Padiglione: 13 – Stand: C79

FANTIC BIKE
Padiglione: 13 – Stand: E65 E72

BOSCH
Padiglione: 13 – Stand: G55 G57

SCOTT
Padiglione: 13 – Stand: M86

PADIGLIONE 11

ITALJET S.P.A.
Padiglione: 11 – Stand: E47

IDEM SRL
Padiglione: 11 – Stand: G44
MONTANTE CICLI – IDEM SRL
Padiglione: 11 – Stand: G44
MONTANTE FOR LA MARTINA – IDEM SRL
Padiglione: 11 – Stand: G44

MANDELLI
Padiglione: 11 – Stand: I15

ASKOLL EVA S.P.A.
Padiglione: 11 – Stand: I32

Peugeot Motocycles
Padiglione: 11 – Stand: O30

BITBIKE BY RESETAL S.R.L.
Padiglione: 11 – Stand: T46

PADIGLIONE 9

PIAGGIO & C S.P.A.
Padiglione: 9 – Stand: I50

ARMONY S.R.L.
Padiglione: 9 – Stand: O78

ITALIANA VEICOLI S.R.L. | ITALMOTO
Padiglione: 9 – Stand: P68

HONPE TECHNOLOGY S.R.L.
Padiglione: 9 – Stand: Q55

Dell’Orto: occhio alla normativa delle eBike

“Il confine tra bici elettrica e scooter è molto sottile. Bisogna essere molto attenti alle normative”

Andrea Dell’Orto, presidente di EICMA, ai microfoni ANSA, sottolinea che “EICMA crede molto nella sua identità e non teme la concorrenza di altre fiere internazionali perché restiamo un punto di riferimento per il mercato delle due ruote”.
Il Presidente dà grande enfasi alla presenza delle eBike all’interno della più importante manifestazione al mondo dedicata alle due ruote. Vede infatti crescere il boom delle eBike e in generale dell’elettrico. ‘E’ un segmento in forte espansione – spiega Dell’Orto – e proprio per questo bisogna essere molto attenti alle normative, che a volte hanno necessità di essere esplicitate ancor di più. Il confine tra bici elettrica e scooter è davvero sottile – prosegue – ed è necessario anche aumentare la sorveglianza su questi mezzi, talvolta contraffatti’.

Cesena vince l’Urban Award 2018

Cesena è il comune più virtuoso d’Italia nel campo delle iniziative per una mobilità sostenibile. Grazie ai suoi “percorsi sicuri” e al rimborso chilometrico di 0.25 € / km per chi va al lavoro in bicicletta.

La pianta di Cesena con i Percorsi Sicuri

Tutte le progettualità inoltrate, corredate di una corposa documentazione fotografica e video, hanno come obiettivo quello di cambiare e migliorare i trasporti nelle grandi e piccole città con tutta una serie di servizi e mezzi di trasporto pensati e messi a disposizione dei cittadini per ridurre le problematiche legate al traffico, migliorare la qualità dell’aria, ridurre l’inquinamento atmosferico ed i consumi energetici. Urban Award ha riscontrato un notevole interesse e un’ampia partecipazione da parte dei Comuni, grandi e piccoli, di tutto il territorio italiano.

I progetti premiati

Cesena

#cambiamomarcia è il progetto del Comune di Cesena rivolto a modalità di spostamento sostenibili, che abbiano un minore impatto sulla città, sull’ambiente e che favoriscano la salute, la sicurezza e la socialità.

Il progetto si articola in tre filoni principali: la mobilità casa – scuola, la mobilità casa – lavoro, la creazione o il completamento di lavori infrastrutturali e servizi integrati ed innovativi per la mobilità sostenibile.

Il progetto, iniziato nel 2018 terminerà nel 2021, si integra nelle politiche di mobilità sostenibile e riduzione del traffico, quali ad esempio i parcheggi scambiatori, che contano quasi 300.000 utenti all’anno, dove bus navette prevedono il trasporto verso il centro storico con biglietto giornaliero a 10 cent, lasciando l’auto fuori dalla città.

#cambiomarcia casa lavoro prevede un incentivo di 0.25€ al chilometro, fino a un massimo di 2.50€ al giorno e 50€ al mese, per i cittadini che decidono di cambiare abitudini e iniziano ad andare al lavoro in bicicletta, abbandonando l’auto.

Nel video la spiegazione dettagliata del programma di incentivazione

Padova

La Bicipolitana ha come obiettivo il completamento e la realizzazione dei principali itinerari ciclistici radiali, la realizzazione di passerelle pedonali e ciclistiche per collegare le sponde dei fiumi e la creazione generale di adeguate condizioni di sicurezza per pedoni e ciclisti con interventi di moderazione del traffico, allo scopo di riequilibrare lo spazio delle strade urbane a favore della ciclabilità.

Oggi Padova offre 168 km di itinerari ciclabili e l’obiettivo di medio – lungo termine (2030) è arrivare al 25% di spostamento quotidiano con le due ruote e offrire alla città una rete di 300 km di infrastrutture e facilitazioni per i ciclisti. 30.000.000 di euro lo stanziamento previsto dal Comune per tutti gli interventi

Napoli

Il progetto, denominato “Azione integrata a sostegno della mobilità ciclabile per gli spostamenti casa-scuola”, si articola in quattro azioni sinergiche: l’intervento di riqualificazione di corso Umberto I con la realizzazione di una pista ciclabile per tutta la lunghezza della strada; la realizzazione dei lavori di riqualificazione di via Mezzocannone con il miglioramento della fruibilità e della vivibilità della strada, in particolare per quanto concerne il traffico ciclo-pedonale; un corso di formazione “Mobility manager scolastico” destinato ai docenti degli istituti scolastici cittadini di ogni ordine e grado; il bando di concorso “Rendi più sicuro il tragitto casa-scuola”, rivolto a tutti gli istituti scolastici della città.

Parma

E ‘stata inaugurata nel 2016 la “Cicletteria”: si trova in un’area riqualificata vicino alla Stazione Ferroviaria, ex Temporary Station con ingresso da Piazzale Dalla Chiesa. Questo nuovo spazio offre a tutti, cittadini, pendolari e turisti, diversi servizi per muoversi a Parma: deposito coperto e custodito per biciclette, scooter e moto; noleggio biciclette; manutenzione biciclette; iscrizione al servizio Bike Sharing di Parma Mi Muovo in Bici; vendita biglietti e abbonamenti autobus TEP.

Assemblea Nazionale ANCI

I premi sono stati consegnati a Rimini in occasione della XXXV Assemblea Nazionale ANCI. Sul palco a premiare l’Ambassador dell’Urban Award Matteo Marzotto, Il Presidente di Anci Antonio De Caro, il Presidente della Fondazione Iseni Y Nervi Fabrizio Iseni oltre a Ludovica Casellati, ideatrice dell’iniziativa e diretttrice di Viagginbici.com.

Foto aerea di Cesena